Arrivederci TOD

Francesco Aliprandi

tod

Chi si interessa di picco del petrolio da alcuni anni ha senz’altro sentito nominare Matt Savinar, il responsabile del sito “Life after the oil crash” (LATOC per gli amici), uno dei primi e più catastrofisti portavoce delle conseguenze dell’esaurimento del petrolio sulle nostre vite; chi non lo conosce, non si affanni a cercarlo: oggi Matt si è riciclato come astrologo, e il sito, che conteneva anche del materiale interessante, non esiste più.

E’ di pochi giorni fa la notizia che The Oil Drum (TOD) chiuderà i battenti a fine mese; i motivi principali sono la mancanza di tempo da parte del comitato editoriale per la scrematura e revisione degli articoli – sempre di elevata qualità – e la mancanza di collaboratori in grado di offrire nuovo materiale. A partire dall’1 Agosto rimarrà solamente un archivio statico a testimoniare l’enorme messe di informazioni che nell’arco di otto anni è stata pubblicata e commentata su quello che si può definire senz’ombra di dubbio il più autorevole sito relativo al picco del petrolio.

Se la scomparsa di LATOC ha toccato al massimo i più estremisti sostenitori di un crollo imminente (rivelatosi chiaramente falso), la chiusura di TOD rappresenta un duro colpo nei confronti di chi si occupa degli effetti derivanti da un progressivo aumento dei costi del petrolio – il cui prezzo intanto ha superato nuovamente la soglia psicologica dei cento dollari, cinque volte più alto del minimo del 1999 – e in parte anche per ASPO; da un lato perché verrà a mancare un riferimento, e dall’altro perché in molti, forse troppi, interpreteranno questa fine delle trasmissioni come la prova che, in fondo, il peak oil non era altro che l’ennesima mancata fine del mondo.

In fin dei conti non passa quasi giorno senza che ci venga ricordato il boom dello shale oil, l’imminente indipendenza energetica statunitense, l’abbondanza dello shale gas (e pazienza se l’estrazione qualche volta causa delle scosse sismiche, come è accaduto recentemente anche in Olanda); che siamo chiaramente alle soglie di una rivoluzione per quanto riguarda lo sfruttamento delle risorse, basta aver fiducia nella tecnologia e nella capacità dell’uomo di trovare soluzioni ai problemi che gli si presentano di fronte.

Il plateau produttivo che stiamo attraversando non cambia la prospettiva di un petrolio via via più caro, da un punto di vista economico, energetico e di impatto ambientale; lo spostamento verso risorse non convenzionali ha portato aumenti molto più importanti di quanto previsto in passato ad esempio dalla IEA (che nel 1998 nel suo World Energy Outlook vedeva per questi anni un costo del barile attorno ai 35$, già tenendo conto dello sfruttamento di giacimenti più “difficili”). I prossimi anni ci diranno se l’economia mondiale sarà in grado di sopportare la persistenza di un prezzo così elevato per la fonte energetica che più delle altre tiene in movimento il mondo: ovvero, come hanno sempre ripetuto i peakoilers, la fine del petrolio a buon mercato.

Nel frattempo, un grazie e un arrivederci a TOD e al suo staff: ci mancherete.

UPDATE: In seguito alle pressioni della comunità digitale sorta attorno a TOD, il sito ha prorogato al 31 Agosto la data di chiusura; contemporaneamente si sta cercando un possibile sostituto. Cercheremo di tenere aggiornati i nostri lettori.

Advertisements

Una risposta a “Arrivederci TOD

  1. Ho notato l’avviso: accidenti, mi viene meno un buon quarto delle cose decenti e leggibili che esistano in tema. Peccato, perché a naso tra poco cominceremo a vederne delle belle in casa dei ragazzi a stelle e strisce!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...