Lettera aperta al ministro Costa

“Fare” e “non fare”.

Due ricette che sembrano opposte per salvarci dal dissesto idrogeologico.

Sono in realtà una sola e la sola possibile.

La mattina di lunedì 5 ottobre 2020 è andata in onda su Radio24 l’intervista al ministro dell’ambiente Costa sul dissesto idrogeologico che ha pesantemente colpito il nordovest del paese, producendo ingenti danni ed alcune vittime. Il ministro ha ragionato esclusivamente in termini business-as-usual, vantando le risorse economiche disponibili da subito (circa 7 miliardi di euro), ma che si fatica a spendere per mancanza di progetti. Dunque, sarebbe solo un problema economico-tecnico-ingegneristico.

Il Comitato Scientifico di ASPO Italia non è dello stesso parere e ha rilasciato un Comunicato sul suo sito Web in cui ricorda le lezioni che il passato ha insegnato a caro prezzo e gli errori che non devono essere ripetuti.

In caso contrario il rischio è di aumentare il dissesto idrogeologico anziché contenerlo.

Buona lettura.

 

Una risposta a “Lettera aperta al ministro Costa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.