Archivi categoria: modelli

Un mare di petrolio e non basta.

maxresdefault (1)

Gli USA avrebbero riserve petrolifere maggiori dell’Arabia Saudita. Ma farebbe poca differenza.

Di Dario Faccini

Continua a leggere

Petrolio e gas “netti”: il picco

current-model-2014

Ma quale abbondanza di petrolio e gas? Non è il lordo, ma il netto che conta.

Un sintesi di un articolo del papà di ASPO mostra con un semplice modello come si modifica il picco del petrolio e del gas quando si considera la sola energia netta, cioé l’energia che rimane dopo che si è sottratta quella impiegata nel processo estrattivo.

Non ci sono buone notizie.

Sintesi Di Gabriele Spitieri

Continua a leggere

Referendum: perché votare contro le trivellazioni

profilo produttivo

Dieci Regioni hanno depositato sei quesiti referendari contro l’accelerazione dell’estrazione di idrocarburi voluta dal Governo. 

Per tutti i motivi sono la difesa del turismo e la paura dell’inquinamento.

Per noi la questione è ancora più semplice. C’è poco petrolio e ancor meno gas, lasciamoli per ora dove sono.

Il presidente di ASPO Italia ci spiega, con i risultati di una modellizzazione effettuata, perché le ipotesi di un aumento dell’estrazione degli idrocarburi in Italia non hanno nessun riscontro con le riserve conosciute.

Di Luca Pardi

Continua a leggere

Il punto di rottura

puntodirottura

Provo a spiegare meglio una delle ragioni per cui, da più di dieci anni, cerco di comunicare l’urgenza di una transizione energetica che ci faccia abbandonare le fonti fossili.

Il tema che voglio affrontare oggi è quello del declino dell’EROEI del petrolio.

Finché non siamo prossimi alla soglia la società tende a non percepire il problema. Il rischio è che inizi a percepirlo solo quando sarà troppo tardi.

Di Luca Pardi

Continua a leggere

Video

L’arma del delitto (globale)

E’ probabilmente la conferenza più ripetuta al mondo: 1742 volte in 36 anni a partire dal 1969. Ma non è bastato: anche in questi giorni di grandi (?) marce per il clima, la causa ultima del riscaldamento climatico non viene nemmeno menzionata.

Di Dario Faccini

Continua a leggere

Il vero Limite dello Sviluppo

Di Dario Faccini

Un nuovo studio ci mette di fronte alla realtà dei fatti. Quella realtà che non è stata capita dagli analisti, da molti ricercatori e men che meno dai politici. L’attuale crisi non ha origine dal sistema finanziario, questi ne è solo la causa contingente. Il problema vien da molto più lontano ed è ben più pervasivo. Di certo non si può risolvere cambiando qualche regola finanziaria qua e là.

collasso globale imminente

Continua a leggere

L’insostenibile leggerezza dell’essere (umano)

Di Ludovico Pernazza e Francesco Aliprandi

prospettivaumana

Da “Limits to growth”, 1972 [1]

.

L’impatto sull’ambiente e sulla popolazione della produzione industriale o di un gesto di vita quotidiana è espresso di solito in termini di energia o di spazio (“servono 100 kWh”, “ci servirebbe un pianeta e mezzo”), ma così passano in secondo piano i limiti che dovremmo imporci in un’altra dimensione: quella del tempo. Il problema è molto più attuale di quanto potrebbe a prima vista sembrare: in un certo senso ne sono una manifestazione le polemiche circa gli “esodati”, lo “spazio da fare ai giovani” e le “baby-pensioni”.

.

Continua a leggere