Archivi categoria: politica

Le bufale sul referendum del 17 Aprile

CERVIA A CLUSTER

Si dice che, se passerà il referendum, saremo costretti a chiudere i rubinetti al 60-70% della produzione nazionale di gas naturale.

Sarà vero?

Di Dario Faccini

Continua a leggere

Più qualità istituzionale, meno fossili

Artists-impressions-of-Lady-Justice,_(statue_on_the_Old_Bailey,_London)

E’ vero che una maggiore qualità istituzionale rende meno dipendenti dai combustibili fossili?

Un studio che misura in modo oggettivo questa relazione.

Di Giordano Caputo

Continua a leggere

Ragionevoli sogni ferroviari

maxresdefault

Immaginate di acquistare un materiale inerte in nord europa, individuato dopo lunghe ricerche e confronti. E’ un materiale che come minimo non si trova nel raggio di 900km e …

dal dirigente di una grande azienda

Continua a leggere

Referendum trivellazioni: l’occasione dei “comitatini”

raccolta firme

E’ passato un anno da quando Matteo Renzi ha iniziato la sua battaglia  pro trivellazioni. Lo ricordate?

“…potrei raddoppiare la percentuale del petrolio e del gas in Italia e dare lavoro a 40mila persone e non lo si fa per paura delle reazioni di tre, quattro comitatini

Ora i comitatini hanno l’occasione per spiegare al nostro Presidente del Consiglio, che si sbagliava. E di grosso.

Di Dario Faccini

Continua a leggere

Papa Francesco vs Negazionisti: 3 a 0

heartland-institute-unabomber

L’Enciclica LAUDATO SI’ di Papa Francesco ha un merito importante che rimane nascosto: è un esempio perfetto di come vadano trattati i Negazionisti Climatici.

Vediamo i tentativi che hanno messo in atto per inquinare l’Enciclica e la strategia che stanno mettendo in campo ora che è uscita.

Di Dario Faccini

Continua a leggere

LAUDATO SI’, Papa Francesco!

laudatosi

E’ la più antica e vasta organizzazione sociale. Dovrebbe essere conservatrice. Invece è la paladina di un cambio di paradigma epocale. E’ la Chiesa.

Una sintesi ragionata della nuova Enciclica “Laudato Sii” di Papa Francesco.

Di Dario Faccini

Continua a leggere

Mille e una notte, in Groenlandia

150410912_955b8ed705_z

Un ricco mercante incontra un derviscio (monaco) che conosce dov’è nascosto un grande tesoro protetto da un incantesimo. Il derviscio può annullare l’incantesimo con una speciale pomata magica. I due si accordano per caricare il tesoro sui cammelli del mercante e dividerselo in parti eguali. Ma di fronte a tanta ricchezza l’avidità accende l’animo del mercante che si adopera per impossessarsi di tutto il tesoro.

Di Dario Faccini

Continua a leggere

Sui limiti del mainstream ambientalista

A che punto è il “movimento ambientalista” in Italia? Uno sguardo critico da un professionista dell’educazione ambientale.

greenwashing

Di Mirco Rossi

Continua a leggere

Idrocarburi Italiani: continua l’uso dell’iperbole

oil-pump-jack-1bar

Incassata, con il decreto Sblocca Italia, la licenza di trivellazione su tutto il territorio nazionale, le Compagnie Petrolifere e i loro agenti di pubbliche relazioni, continuano la campagna di comunicazione volta a convincere l’opinione pubblica della straordinaria consistenza delle riserve petrolifere (diventate ora 700 Mtep) e delle straordinarie prospettive occupazionali (creazione di 100.000 posti di lavoro).

Continua a leggere il comunicato ASPO Italia.

(S)blocca Italia: Audizione in Camera

commissione ambiente

E’ curioso come in politica si possa così clamorosamente disattendere i propri precedenti propositi senza subirne conseguenza alcuna. E’ il caso del decreto Sblocca Italia recentemente varato che intende promuovere un’accelerazione dell’esaurimento delle riserve strategiche di idrocarburi nazionali. Un proposito decisamente stravagante rispetto all’intenzione sbandierata in tutte le sedi internazionali di spingere il nostro paese verso un’economia più sostenibile e meno dipendente dalle fonti d’energia fossili.

Su questo tema, ad ASPO Italia è stato chiesto di partecipare ad un’audizione informale alla Commissione Ambiente della Camera tenutasi la settimana scorsa. Sembra che qualcuno avesse dei dubbi sulla veridicità dei numeri proposti dal governo e da Assomineraria rispetto alla possibilità di ottenere questa rinascita petrolifera italiana.

Naturalmente ci siamo andati.

Continua a leggere