Le regole del blog

Alcuni semplici regole per capira il contesto degli articoli pubblicati e come ci si comporta su questo blog.

Innanzitutto la maggior parte degli articoli qui pubblicati non riflettono la posizione ufficiale di ASPO Italia:

  1. questo blog ha come finalità una comunicazione agile, sintetica e l’apertura di uno spazio di discussione, in cui trovano spazio anche opinioni dei singoli soci o di esterni, segnalazioni e traduzioni di pubblicazioni d’interesse;
  2. la posizione ufficiale dell’associazione sui  temi da essa trattata segue valutazioni di ordine scientifico che per loro natura sono articolate e complesse, e non possono dare luogo ad una comunicazione al pubblico completa nello spazio di un breve articolo su un blog; l’associazione ha un sito ufficiale nel quale vengono pubblicati i comunicati ufficiali e contributi più rigorosi prodotti da soci e simpatizzanti; in essi trovano spazio posizioni più ponderate e bilanciate, in grado di riassumere meglio la complessità reale dei temi trattati;
  3. benché ASPO Italia sia un’associazione apolitica, che rifiuta ogni ideologia e basa le proprie posizioni sulle conoscenze scientifiche, molto raramente alcuni articoli potrebbero contenere posizioni ideologiche, politiche o comunque contrarie a quelle espresse dalla maggioranza dei soci di ASPO Italia non si riconoscono; in tali articoli dovrebbe comunque comparire una nota che chiarisce esplicitamente l’estraneità di ASPO Italia e la motivazione per cui tale articolo è stato comunque pubblicato;

Le informazioni riportate dagli articoli pubblicati vengono revisionate e si verifica che siano supportate dallo stato delle conoscenze al momento della pubblicazione. Ogni segnalazione di errore o di ulteriori fonti che smentiscono o rettificano quanto affermato è gradita e può essere svolta mediante i commenti.

Per inserire collegamenti a fonti nei commenti si può usare il tag “a” dell’HTML. Ad es. “<a href=http://indirizzo.dominio.com/…> parole evidenziate nel link </a>”.

I commenti devono essere attinenti al tema trattato nell’articolo ed è vietata ogni forma di pubblicità o marketing. Inoltre devono astenersi da considerazioni personali sull’autore e da offese gratuite a chiunque. In ogni caso contrario l’amministratore si riserva la cancellazione del commento e l’esclusione dalla possibilità di pubblicarne ulteriori.

Un certo livello di ironia è comunque permesso, quando non viola il senso comune e le disposizioni di legge.