Archivi tag: crisi

Petrolio: oggi il sollievo, domani l’inferno

prezzo alla pompa

Benzina e Gasolio a prezzi stracciati [1]. Siamo tutti contenti.

E invece dovremmo prepararci al peggio.

Di Dario Faccini

Continua a leggere

Annunci

Il fondo del barile #6

Business photo 5 (small)

Petrolio. Economia. Petrolio. Non si parla d’altro. Il crollo del barile è un bene, anzi no. L’era dell’abbondanza petrolifera è a portata di mano, anzi no. L’Economia si riprenderà, anzi no. Ma c’è almeno un punto fermo: la situazione climatica sembra sempre più grave. In questo nostro sesto appuntamento c’è davvero una ricca selezione sulle analisi e convulsioni energetiche dal mondo.

Continua a leggere

Il vero Limite dello Sviluppo

Di Dario Faccini

Un nuovo studio ci mette di fronte alla realtà dei fatti. Quella realtà che non è stata capita dagli analisti, da molti ricercatori e men che meno dai politici. L’attuale crisi non ha origine dal sistema finanziario, questi ne è solo la causa contingente. Il problema vien da molto più lontano ed è ben più pervasivo. Di certo non si può risolvere cambiando qualche regola finanziaria qua e là.

collasso globale imminente

Continua a leggere

“Effetto serra” fa rima con “effetto guerra”

di Dario Zampieri

arca noe

Nel periodo di Natale 1983 feci un viaggio in Tunisia con la mia futura moglie. Il giorno del volo di rientro tornammo a Tunisi in un clima di grande incertezza. L’aumento del prezzo della farina aveva incendiato una situazione già precaria dando avvio alla “rivolta del pane”. Dal centro città si levava una colonna di fumo nero, mezzi militari occupavano le strade, mentre il suono acuto delle sirene faceva da colonna sonora allo scenario di guerriglia urbana.

.

Continua a leggere

Kevin Anderson: “Non voglio far finta che sia facile”

a cura di Dario Faccini e Massimiliano Rupalti

Riportiamo un estratto di una recente intervista di Rob Hopkins a Kevin Anderson, Vice Direttore del Tyndal Centre ed esperto di tendenze delle emissioni di gas serra.

Colpisce, nelle parole di Anderson, la nota sconsolata con cui descrive quanto il suo lavoro sullo studio del riscaldamento globale gli abbia cambiato la vita. Se da un lato gli è stato quasi naturale adottare uno stile di vita più sobrio, dall’altro si è scontrato con l’indifferenza dei familiari, degli amici e persino degli stessi colleghi di lavoro nel fare altrettanto.

E’ una sensazione strana, quasi di tristezza, che fa sentire improvvisamente soli in mezzo a chi si pensava vicino. Ogni tentativo di discussione spesso innesca meccanismi di chiusura e di difesa psicologica, a volte sino all’irrigidimento dei rapporti personali. L’argomento diventa tabù, oppure viene liquidato con una battuta.

La stessa situazione capita a chi prova a parlare di picco del petrolio o in generale di picco delle risorse: quando evidenzia la necessità, o in alternativa l’ineluttabilità, dei cambiamenti del nostro stile di vita, le reazioni sono immediate e negative. Paradossalmente è molto più facile parlare in una conferenza che non tra amici e colleghi. Per chi ha provato o prova tutt’ora queste sensazioni, beh, questo post è dedicato a voi. Continua a leggere

Nell’occhio del ciclone

Mirco Rossi, divulgatore scientifico

Sembra di stare nell’occhio di un ciclone.

Calma piatta.

Mentre là fuori crisi vorticose si avvitano nel corpo vivo della società: economia, finanza, produzione, occupazione, ambiente, energia.

Il controllo geopolitico di aree strategiche alimenta focolai di conflitto e morte. Squilibri sociali tentano di trovare soluzioni nel mutamento politico. Territori sconfinati perdono la fertilità o i ghiacci eterni. Continua a leggere